CONVEGNO NAZIONALE DAL TITOLO, “ACQUA QUALE PRINCIPIO ARCHETIPO, CUSTODE DELLA MEMORIA DELL'UNIVERSO E DEI SEGRETI CHE IN ESSA SON O CONTENUTI”

Si è svolto venerdì 22 giugno a Catania, presso la Sala Convegni e/o Aula Magna del Polo Didattico del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (Università di Catania), sito in via Gravina 12 (Catania), il Convegno Nazionale dal titolo, “ACQUA QUALE PRINCIPIO ARCHETIPO, CUSTODE DELLA MEMORIA DELL'UNIVERSO E DEI SEGRETI CHE IN ESSA SON O CONTENUTI”, ideato e programmato dal CAD SOCIALE (Delegazione Regionale Siciliana), del C.A.D. SOCIALE nazionale (Centro di Ascolto del Disagio), ed ACCADEMIA PROGETTO UOMO (A.P.U.), sezione italiana (ACADEMY PROJECT MAN - A.P.M.) - Wyoming, U.S.A., (Ente di cultura universitaria operante con il riconoscimento del Governo del Wyoming), istituto con il fine di sviluppare la ‘’Cultura’’ educativa ed ambientale”. L’evento fa parte del programma di sviluppo economico sociale e culturale in atto sul territorio nazionale e della Sicilia in particolare. Esso è stato presentato da Mario La Spina, rispettivamente Presidente del CAD SOCIALE (Delegazione Regionale Siciliana), e Segretario nazionale di ACCADEMIA PROGETTO UOMO (A.P.U.), coadiuvato da Salvatore Toscano, Eugenio De Cristofaro, Rita Calderone e Silvana Cardì. Dopo l’insediamento del Convegno, il saluto agli ospiti intervenuti e l’introduzione al tema diviso in tre sezioni, 1) Acqua, Bene Sociale e Ambientale, 2) Acqua Terapeutica, 3) Acqua Simbolica e Mitologica, si è proceduto con i diversi autorevoli relatori, come da programma: 1. La Prof.ssa Pinella Di Gregorio in sostituzione della Prof.ssa Francesca Longo, Vice Direttore Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (Università di Catania); 2. Il Dott. Geol. Gianfranco Grasso, Capo Dipartimento Tecnico “Territorio e Ambiente” del CAD SOCIALE (Sicilia); 3. Il Dott. Geol. Salvatore Onorato delegato dal Dott. Geol. Giuseppe Collura (Presidente Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia); 4. Il Prof. Dott. Vincenzo Piccione (Bio-Naturalista, Università di Catania), ha relazionato “Acqua: Bene prezioso sempre più insufficiente in Sicilia”; 5. L’Avv. Dott. Attilio Scarcella (Foro di Milano) Capo DIPARTIMENTO TECNICO “GIUSTIZIA” CAD SOCIALE Nazionale; 6. La Dott.ssa Sara Salvadori, naturopata esperta in micronutrizione e depurazione ionica. Collabora con numerosi medici a livello nazionale nel campo della nutrizione cellulare ed il Dott. Rainiero Travani (ricercatore in biofisica, Kinesiologo), hanno relazionato sul tema “Acqua: vettore informazionale nella medicina quantistica”; 7. Il Prof. Dott. Giuseppe Tritto, President World Academy of Biomedical Sciences and Technologies – WABT (c/o INSULA/UNESCO), President International Forum “Science & Peace” - SPES (for Development and Health) President WABT European Institute for Life WEIL Foundation, President and Founder MHM Forum (Men’s Health Medicine Forum), Primario internista ed Urologo, ricercatore in Biofisica; 8. Il Prof. Avv. Dott. Michele Sanfilippo (Foro di Firenze – Università di Parma – Accademia Italiana di Scienze Forestale – Club Giuristi dell’Ambiente), ha relazionato “Il diritto all’acqua come diritto umano fondamentale”; 9. L’Avv. Dott. Salvatore Zappalà (Foro di Catania), ha relazionato “Guerre per l’Acqua nei conflitti post guerra fredda Riforma del Consiglio di Sicurezza e delle P.S.O.” Con la terza sezione, hanno chiuso il Convegno 10. il Prof. Dott. Lino Mungari, (Docente Diritto Costituzionale ed Amministrativo, Università di Milano e cultore di scienze statistiche e indicametriche, Presidente Rettore dell’ACCADEMIA PROGETTO UOMO (A.P.U.); 11. il Dott. Giovanni Domenico Pardeo, (Vice Presidente ACCADEMIA PROGETTO UOMO A.P.U. e Presidente Senato Accademico A.P.U.); 12. Il Dott. Ing. Gerardo Rosa Salsano, (Presidente del CAD SOCIALE NAZIONALE e CAD SOCIALE INTERNATIONAL). Si è parlato di questa importante risorsa su cui si è sviluppata la vita nel nostro pianeta e grazie a questo importantissimo, fondamentale e necessario elemento, la vita si è evoluta. L’acqua è condizione indispensabile di ogni progresso civile, sociale ed economico e senza di essa nulla sarebbe stato possibile. Oggi questa risorsa è seriamente a rischio a causa dell’alterazione degli equilibri ambientali di cui sono responsabili gli uomini perché l’acqua, oltre che essere un elemento vitale, ha anche sostenuto l’uomo nelle sue attività, dall’agricoltura all’industria e oggi, proprio a causa dell’intensificarsi di queste, la situazione sembra aggravarsi, tanto da allarmare gli esperti per un rischio di carenza di questa fondamentale risorsa. Infatti, gli scarichi industriali e i rifiuti di ogni genere avvelenano le acque di mari, fiumi e laghi; i pesticidi, antiparassitari ed erbicidi in agricoltura contaminano le falde acquifere del sottosuolo e in più in molti paesi l’agricoltura intensiva richiede sempre maggiori quantità d’acqua per sostenere la crescita dei consumi, tanto da dover utilizzare più acqua del previsto che però non può rigenerarsi velocemente, così come l’economia attuale richiede. Da tutto questo deriva una progressiva riduzione di acqua potabile e pulita a disposizione dell’umanità, soprattutto dei popoli che vivono nei paesi più poveri. L’acqua diventa quindi anche un elemento di disuguaglianza tra paesi ricchi e paesi poveri. I relatori, ognuno con il proprio aspetto scientifico, hanno evidenziato che la disponibilità di acqua potabile è destinata a diminuire per tutti, in un futuro non lontano, se non si modificherà l’attuale sviluppo economico che ha finito per saccheggiare tutte le risorse del Pianeta. La crisi però sembra abbastanza preoccupante: siccità, effetto serra, distruzione delle foreste pluviali, abbassamento delle falde acquifere, temperature impazzite fuori stagione, permettono di visualizzare tutti i parametri della carenza delle risorse idriche che l’umanità non può e non deve sottovalutare. Se non c’è acqua non c’è vita ma c’è di più: in alcune regioni del mondo, la scarsità di acqua potrebbe diventare quello che la crisi dei prezzi del petrolio è stato negli anni Settanta: una fonte importante di instabilità economica e politica. Il Convegno Nazionale (CAD SOCIALE SICILIA A.P.U è stato documentato da GLOBUS TELEVISION che ha registrato l’evento ed effettuato interviste sia ai relatori che altri esperti presenti nella Sala. Ha registrato complessivamente una grande partecipazione, raggiungendo in modo ottimale il fine con un risultato notevole se si considera che l’evento era rivolto oltre ad uno specifico ambito professionale, anche ad un pubblico generico. Ai partecipanti che avevano precedentemente effettuato la registrazione è stato rilasciato un attestato di partecipazione. Più che dai numeri, il successo di questo Convegno Nazionale è espresso dall’attenzione del pubblico, rimasto in sala fino alla conclusione dei lavori che ha sforato di 30 minuti l’orario previsto. Il pomeriggio si è arricchito di testimonianze video ad opera dei diversi relatori. Il Comitato del CAD SOCIALE (Sicilia) ed (A.P.U.) incaricato all’organizzazione, ringrazia i relatori intervenuti ed il Prof. Dott. Giuseppe Vecchio, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (Università di Catania) per la disponibilità dell’utilizzo della Sala Convegni e/o Aula Magna del Polo Didattico, sito in via Gravina 12 (Catania). Catania li 25 giugno 2018 Il Presidente del CAD SOCIALE (Sicilia) Dott. Mario La Spina

Contatta il Venditore